|      IT   EN   DE   PL SHOP
ANNATA 2017, GRAZIE FORTUNA.

Neppure un chicco di grandine ha sfiorato i vigneti Moletto.
Profumi straordinari per i Bianchi, colori e sapori sontuosi per i Rossi.

Vendemmia 2017: c’è veramente da ringraziare Fortuna. I terreni dove si estendono i vigneti Moletto, sia a Motta di Livenza nella zona dell’antico bosco della Serenissima Repubblica, sia in quel di Belfiore di Pramaggiore, non hanno conosciuto quei flagelli che purtroppo, in altre parti della Marca Trevigiana, hanno compiuto danni irreparabili.
Durante l’annata 2017 i vigneti Moletto non hanno vissuto il brivido delle gelate primaverili. In estate quando violenti temporali si sono scatenati sul trevigiano scagliando chicchi di grandine grossi come le noci, talvolta accompagnati da trombe d’aria, le sue campagne sono miracolosamente scampate a queste calamità, che segnano i vigneti in modo pesante, perché le devastazioni compiute dalle grandinate si fanno sentire anche nell’anno successivo.
C’è stato invero lo stress idrico. Mitigato dal fatto che la composizione dei terreni Moletto è in massima parte argillosa, dunque in grado di trattenere anche quel poco di pioggia che scendeva dal cielo.
I risultati di quest’annata 2017, assai particolare, sono per Moletto al di là di ogni aspettativa.
Il calo delle quantità c’è stato, ma non per tutte le varietà. Essendo la produzione Moletto variegata, è interessante esaminare quali sono le varietà dove la produzione è diminuita e quelle, al contrario, dove la resa è stata addirittura maggiore dello scorso anno.
L’escursione termica verificatasi ha favorito lo sviluppo nelle varietà a bacca bianca di note armoniche che sprigionano profumi e sentori marcati e pregevoli, conducenti a percezioni piacevolissime.
Per le varietà a bacca rossa, la melodia che giunge da colori, profumi e sapori potrebbe tradursi in un “Bolero di Ravel”. Colori sontuosi ed impenetrabili, rossi definiti impregnati di tutta la forza dell’estate: densi, tannici, cremosi, già abili a lasciare in chi li assapora adesso, a poche settimane dalla vendemmia, sensazioni indimenticabili. Non resta che attendere, una volta in bottiglia sveleranno magnifiche sorprese.